In Vacanza a Pisa visita...La Piazza dei Miracoli!

In Vacanza a Pisa, tappa obbligata per tutti i turisti è senza ombra di dubbio la nota Piazza dei Miracoli. BattisteroPiazza del Duomo (nota come Piazza dei Miracoli) riunisce su una superficie non molto vasta gli imponenti monumenti architettonici che la rendono famosa in tutto il mondo: il Duomo, il Battistero, la Torre pendente e il Camposanto.

Guarda l'album fotografico della Piazza dei Miracoli sotto la neve oppure quello delle foto classiche di Piazza dei Miracoli.

La visita è resa ancor più piacevole dal fatto che la piazza è un’isola pedonale ed è quindi possibile ammirare il suo splendore in tutta tranquillità.

La piazza è inoltre caratterizzata da una porzione di prato che contribuisce a dare un’atmosfera magica.
Le mura che delimitano la piazza furono costruite per proteggere il centro religioso della città. I lavori di costruzione furono iniziati nel 1155 sotto il consolato di Cocco Griffi e si conclusero dopo circa due secoli.

Il Duomo di Pisa

Il Duomo rappresenta la cattedrale medievale di Pisa i cui lavori di costruzione furono iniziati nel 1063 – 1064 dall’architetto Buscheto e consacrata nel 1118 dal Papa Gelasio II.

La facciata è di marmo grigio e bianco e presenta delle decorazioni con inserti di marmo colorato, mentre la porta principale è in bronzo massiccio.

L’interno è realizzato con marmo bianco e nero ed ha un soffitto a cassettoni dorati seicenteschi, in legno dorato e dipinto.

All'interno sono conservati un ciclo di dipinti e sculture realizzate in marmo e in bronzo.

Il Battistero 

Il Battistero, progettato dal Diotisalvi nel 1152, venne portato a termine nel secolo successivo da Nicola Pisano. Presenta una pianta circolare, ornato da arcate cieche, cuspidi traforate, sculture e bifore.

Le quattro porte, poste in corrispondenza dei punti cardinali, contribuiscono a dare particolarità a questa struttura. Da notare la porta rivolta ad est per la presenza di elementi stilistici di natura bizantina.

All'interno custodisce importanti opere come il fonte battesimale (1246) realizzato da Guido Bigarelli, la statua raffigurante San Giovanni Battista (1926), opera di Italo Griselli e il Pergamo (1260) realizzato da Nicola Pisano.

La Torre di Pisa

Torre di PisaLa torre di Pisa, simbolo per eccellenza della città, fu concepita come campanile della Cattedrale ed è certamente uno dei monumenti italiani più famosi al mondo, caratterizzata dall'inconfondibile eleganza della sua struttura architettonica oltre che per la sua particolare pendenza.

I lavori di costruzione iniziarono nel 1174 come campanile annesso al Duomo e al Battistero, due magnifiche costruzioni iniziate rispettivamente nel 1064 e nel 1152.

Nel corso di alcuni scavi eseguiti nel XIX secolo alla base del campanile è stata ritrovata un'urna con sopra inciso il nome di Bonanno, al quale viene attribuita la progettazione. Gli studiosi infatti, hanno attribuito a quel Bonanno la figura del celebre scultore pisano autore delle porte bronzee del Duomo di Pisa e della porta della Cattedrale di Monreale.

Dopo pochi anni dall'inizio dei lavori, si verificano i primi cedimenti del terreno, che causano l'inclinazione della torre dalla parte opposta a quella attuale e l'inesorabile interruzione dei lavori alla metà circa del terzo piano.

A causa del cedimento del terreno, che causò una grave pendenza della struttura, la “Torre Pendente” divenne celebre in tutto il mondo.

Curiosità

LE UNGHIATE DEL DIAVOLO: sul lato nord del Duomo, ovvero davanti al Camposanto Monumentale, si trova un pezzo di marmo di origine romana sul quale sono presenti una serie di buchini.
Secondo la leggenda sarebbero dei segni lasciati dal Diavolo quando si arrampicò sul Duomo nel tentativo di fermarne la costruzione, per questo prendono il nome di “unghiate del Diavolo”.
Sempre secondo la leggenda il numero di queste unghiate varierebbe per dispetto ogni volta che si prova a contarle (sono circa 150, con alcuni segni più leggeri per questo a volte trascurati nella conta). I visitatori che si sono divertiti a contarle non sono riusciti ad ottenere lo stesso numero consecutivamente.

IL PORTAFORTUNA DI PISA: il portone d’ingresso del Duomo presenta numerose decorazioni in rilievo tra le quali vi è una piccola lucertola che secondo la tradizione porta fortuna a chiunque la tocchi, per questo motivo viene sfregata da molti visitatori e da molti studenti affinchè gli esami vadano bene.

LA COPIA DELLA TORRE: esiste un'altra costruzione simile alla famosa Torre Pendente: il campanile della Chiesa di S. Nicola, una delle più importanti opere architettoniche dell’ultimo medioevo che si trova in via Santa Maria.

Per correggere questo difetto furono inserite delle pietre particolari, dopo di che la torre di inclinò dalla parte che conosciamo ora.

La costruzione viene ripresa da Giovanni di Simone solo nel 1275 e portata a compimento nella seconda metà del XIV secolo.
La torre di Pisa costituisce uno dei primi monumenti (insieme al Battistero) in cui viene riproposto dopo anni il linguaggio architettonico utilizzato nel Duomo. La torre infatti si sviluppa su una pianta circolare e ripropone il tema delle loggette aperte ad archi su colonne, uno dei motivi Romanico Pisani di maggior successo.

Nel 2001, dopo undici anni di lavori di recupero che hanno fatto diminuire la pendenza di ben 40cm, la torre di Pisa è stata riaperta al pubblico. La visita guidata alla torre (40 min. circa) vi porta fino alla loggia campanara attraverso una scala a spirale di 294 gradini, costituita da una inclinazione di 5 gradi. Non lasciatevi scappare l'occasione di visitare uno dei monumenti più celebri del mondo.

Il Camposanto Monumentale di Pisa

Il Camposanto Monumentale (1277), nasce come sepolcro per i membri delle famiglie illustri di Pisa e per i cittadini emeriti.

Ha una struttura esterna semplice costituita da marmi bianchi, mentre all'interno assomiglia a un chiostro, con arcate a sesto acuto particolarmente decorate.

Conservava uno straordinario ciclo di affreschi del XIV e XV secolo (Taddeo Gaddi, Andrea Bonaiuti, il Maestro del Trionfo della morte, Benozzo Gozzoli), che hanno subito gravi danni durante l'ultima guerra mondiale. Inoltre vi sono conservati 84 sarcofagi antichi e molti monumenti funebri medievali.

Organizza la tua visita

Per visitare i monumenti è possibile ricevere informazioni e acquistare i biglietti presso la biglietteria situata nella Piazza o contattando l’Opera Primaziale Pisana.

La biglietteria per il Campo dei miracoli è di fianco all'ufficio turistico. Consigliamo l'acquisto di un biglietto cumulativo per il duomo, il battistero, il camposanto, il Museo dell'Operadel duomo e il Museo delle sinopie (circa €10,50). In alternativa sono disponibili biglietti singoli per visitare i monumenti. Da novembre a marzo l'ingresso al duomo è gratuito. Per visitare la torre di Pisa il biglietto è separato, ma aspettatevi lunghe code.

Per info e prenotazioni:
Tel. 050 / 38 72 211 oppure 050 / 38 72 212
E-mail: info@opapisa.it
Sito internet: www.opapisa.it

I MUSEI DELLA PIAZZA

MUSEO DELLE SINOPIE: situato di fronte al Camposanto Monumentale, sul lato opposto della piazza, fu realizzato da Giovanni di Simone nel 1258. Il museo è allestito in alcuni ambienti duecenteschi dell'Ospedale di Santa Chiara, dove sono esposte le sinopie (disegni preparatori degli affreschi del Camposanto) di autori del XIV e XV secolo, rinvenute durante il restauro degli affreschi dell'antico Camposanto.

Tra gli artisti, Buffalmacco, Andrea Bonaiuti, Antonio Veneziano, Spinello Aretino, Taddeo Gaddi, Piero di Puccio, Benozzo Gozzoli e altri.

MUSEO DELL’OPERA DEL DUOMO: ospitato nell’antico Palazzo dei Canonici, fu allestito nel 1986 ed espone notevoli opere di epoche diverse provenienti dai quattro monumenti della Piazza dei Miracoli.
Molte opere appartengono a Giovanni Pisano, altre a Tino di Camainoe a Nino Pisano.